Home Italian Angolo Creativo

Poesie varie

127

Commenti

  • Il pettegolezzo

    Un filo sottile che scorre sott'acqua

    si posa ovunque, trova un appiglio

    e viaggiando viaggiando

    forma una gabbia

    dove il malcapitato

    inesorabilmente rimarrà imbrigliato.


    La rubrica di Berenice





  • kriss47 (IT1)kriss47 (IT1) IT1 Post: 5,766
    "...Vien dietro a me, e lascia dir le genti:
    sta' come torre ferma, che non crolla
    già mai la cima per soffiar di venti..."

    Dante Alighieri, Purgatorio, canto V

    Molti di noi si portano dentro, da sempre, l'idea di un viaggio. Il mio è verso l'altro, l'altrove, l'oltre, fatto di letture, immagini, parole, musica, incontri, sorrisi; sogni e avventure della mente e del cuore.

  • brinamattutina (IT1)brinamattutina (IT1) IT1 Post: 70
    modificato 26.09.2018

    Che cosa ho imparato dalla vita?

    … Bhè, tante, tante cose.

    Ho fatto degli errori, e ne farò di peggiori..

    Ma da questi ho imparato e imparerò SEMPRE qualcosa.

    Ho imparato che delle persone e delle loro parole non ci si deve mai fidare

    La bocca è uno strumento facile da usare…

    Quello che è incontrollabile è il CUORE

    Mente e cuore quasi sempre non vanno d'accordo…

    E a rimetterci sarà sempre chi il cuore ce lo mette fino all'ultimo… Fino alla fine…

    Le incertezze, le insicurezze, le paure… Possono venire a chiunque.

    Ma quello che più conta, è che al minimo dubbio, incominciamo a pensare…

    La sofferenza, il dolore…

    Non porteranno mai niente di buono se non altro dolore e altra sofferenza

    E quindi quando ti è possibile, evitali entrambi!

    Ma quando bussano alla tua porta e non perché glielo hai chiesto tu…

    Non essere scortese, ricambia la visita … 

    Perché ricorda: NIENTE E’ QUEL CHE SEMBRA!

    Ho imparato che un amico bugiardo, fa più paura di un NEMICO

    Ed il nostro nemico non è quello che dice di essere,

    ma quello che vogliamo che esso sia…

    Ho imparato che con le parole si possono fare i più GRANDI e spettacolari castelli di sabbia…

    … e che con i fatti, questi si DISTRUGGONO

    Quando vuoi qualcosa a tutti i costi, ma c’è qualcuno che tenta di bloccarti:

    FREGATENE!

    Perché è ad essere troppo buoni che si ha la peggio…

    E se tenterai di bloccare tu loro un giorno, SIA che loro non ti daranno ascolto…

    Ho imparato che quando sentiamo di aver toccato il fondo…

    Quando crediamo che è tutto FINITO…

    Non dobbiamo abbatterci: quello in realtà è il momento in cui tutto ha inizio!

    Il destino ci dà le carte, e noi giochiamo!

    Ma dobbiamo prestare molta attenzione a come giochiamo…

    Sai LA VITA è l’unica partita che non possiamo giocare due volte

    Se starai male per qualcuno, e ti sembrerà di non poter più andare avanti…

    Ricordati che c’è sempre qualcuno che sta peggio,

    e desidererebbe anche una briciola di quello che vivi TU.

    Se una persona ti lascia una delusione,

    ricorda che ci saranno sempre soddisfazioni a riempirti i vuoti che quella ti ha lasciato.

    Una cosa che devi ricordarti sempre è che

    NESSUNO dovrà ESSERE MAI TANTO IMPORTANTE DA TOGLIERTI IL SORRISO…

    Chi ti ama davvero, ed è davvero importante… VIVE dei tuoi sorrisi e non te li toglierà MAI!

    Non rimpiangere un solo attimo della tua vita,,,

    Ogni esperienza, ogni errore, ti aiutano a crescere. E a essere quello che sei.

    Non pentirti, non giudicarti

    Sei come sei e non devi cambiare solo perché non piaci a qualcuno.

    Se ti chiedono di farlo, vuol dire che ti vogliono diverso… E di conseguenza non saresti più TU.

    Infine ho imparato che la vita va vissuta senza limiti,,,

    Non va bruciata nessuna tappa… Si vive senza rimpianti…

    Non dobbiamo far si che delusioni del passato possono influenzare il futuro

    Fai tesoro di ogni cosa che ti accade, bella o brutta che essa sia.

    Guarda avanti!

    Non importa quante volte cadremo…

    L’importante è che avremo sempre la forza di rialzarci, anche più forti di prima!

    Io ho imparato queste piccole cose ma…

    Dalla vita non si finisce mai di imparare…



    Richard Melville Hall, Moby










    Post edited by brinamattutina (IT1) on
  • Ti amo terribilmente


    Ti amo terribilmente, 
    se sbocciasse un fiore ogni volta che ti penso, 
    ogni deserto ne sarebbe pieno… 
    Potrei dimenticarmi di respirare ma non di pensare a te. 
    Il grande amore non si può vedere ne toccare, si può sentire solo con il cuore. 
    L’amore non da nulla se non se stesso, non coglie nulla se non da se stesso. 
    L’amore non possiede ne è posseduto: l’amore basta all’amore.

    Kahlil Gibran


                                                                        
  • mat.84 (IT1)mat.84 (IT1) IT1 Post: 1,242
    la sede dell'amore
    per gli antichi
    era nel fegato
    e non avevano torto.
    ci vuole coraggio per amare,
    ci vuole coraggio
    a lasciarsi andare,
    ce ne vuole anche
    a rischio di farsi
    giudicare.
    perché chi ama
    sembra anche debole,
    ad un occhio disattento.
    chi non ha mai amato,
    non sa e non capisce,
    che puoi anche
    trasformarti in pagliaccio
    solo per uno sguardo
    della tua amata.
    ma non è debolezza
    è solo complicità
    un codice segreto
    tra due anime
    abbracciate.
    ma l'amore
    è anche nella amicizia.
    e per questo tipo di amore,
    ci vuole il cuore,
    perché per un amico
    puoi anche rischiare la vita.
    per l'amore no,
    sarebbe sciocco.
    senza vita non c'è amore.
    senza vita sei solo.
    allora, per questo motivo
    esiste la fede,
    quella al dito.
    blocca la vena diretta al cuore
    e lo soffoca
    per toglierti la vita.
    per farti consegnare.
    e allora arriva il cervello
    e ti fa pensare, dubitare, 
    titubare
    e da titubare a tubare
    il passo è breve.
    e ti ritrovi a sognare
    e alla fine ti fai male.
    e ci vuole fegato
    per far del male
    e per ricominciare
    ad imprigionare
    e sequestrare un nuovo fegato
    pieno di pathos.
    ecco, alla fine,
    bisogna sempre ricordarsi,
    che amore e psiche
    non devono mai conoscersi.
    alla fine, per semplificare,
    per amare, 
    bisogna sempre ricordarsi
    di scollegare il cervello.
    ci vuole solo coraggio.

    poesie astratte e prive di significato
    Laurenzo Confuso - 1230-1390
  • Mela Rossa (IT1)Mela Rossa (IT1) IT1 Post: 1,407
    Per un'amica

    Ho imparato che non ci sono emozioni belle o brutte,
    ma solo Emozioni.
    Che l'esordio del dolore è un faro che illumina
    la strada e la paura una mano amica...
    Ho scrutato occhi e sfiorato anime,
    incontrato lacrime tramutate in sorrisi.
    Ho respirato, l'innocenza dell'"Essere",
    nutrita di meravigliosa inconsapevolezza...
    E nelle minute fattezze umane
    trovato qualcosa di grande...
    l'Essenza pura di ciò che si E'.

    R.G.
  • creazionibruna (IT1)creazionibruna (IT1) IT1 Post: 474
    modificato 28.10.2018

    Per chi non fraintenda

    narra la leggenda

    di quella gitana

    che pregò la luna bianca ed alta nel ciel.

    Mentre sorrideva

    lei la supplicava: "Fa' che torni da me!"

     "Tu riavrai quell'uomo, pelle scura,

    con il suo perdono, donna impura,

    per in cambio voglio

    che il tuo primo figlio venga a stare con me."

    Chi suo figlio immola

    per non stare sola non degna di un re.

     Luna, adesso sei madre,

    ma chi fece di te una donna non c'è

    Dimmi, luna d'argento,

    come lo cullerai se le braccia non hai?

    Ah, ah ...

    Figlio della luna!

     Nacque a primavera un bambino

    da quel padre scuro come il fumo

    con la pelle chiara,

    gli occhi di laguna

    come un figlio di luna.

    "Questo un tradimento!

    Lui non mio figlio ed io no, non lo voglio!"

    Luna, adesso sei madre

    ma chi fece di te una donna non c'è

    Dimmi, luna d'argento,

    come lo cullerai se le braccia non hai?

    Ah, ah ...

    Figlio della luna

    Il gitano folle di dolore

    colto proprio al centro nell'onore

    l'afferrò gridando,

    la baci piangendo, poi la lama affondò

    Corse sopra un monte

    col bambino in braccio e lì l'abbandonò

    Luna, adesso sei madre

    ma chi fece di te una donna non c'è

    Dimmi, luna d'argento,

    come lo cullerai se le braccia non hai? Ah, ah ...Figlio della luna

    Se la luna piena poi diviene

    perchè il bambino dorme bene,

    ma se sta piangendo

    lei se lo trastulla, cala e poi si fa culla, ma se sta piangendo

    lei se lo trastulla, cala e poi si fa culla.

    Figlio della Luna dei Mecano

    (grazie Big Roberta di avermela ricordata)



  • kriss47 (IT1)kriss47 (IT1) IT1 Post: 5,766
    Paul Elouard:  Je t'aime

    T’amo per tutte le donne che non ho conosciuto
    T’amo per tutte le stagioni che non ho vissuto
    per l’odore d’ alto mare e l’odore del pane fresco
    per la neve che si scioglie per i primi fiori
    per gli animali puri che l’uomo non spaventa
    T’amo per parlare
    T’amo per tutte le donne che non amo
    sei tu stessa a riflettermi io mi vedo così poco.
    Senza di te non vedo che un deserto
    tra il passato e il presente
    ci sono state tutte queste morti superate senza far rumore
    non ho potuto rompere il muro del mio specchio
    ho dovuto imparare parola per parola la vita
    come si dimentica
    T’amo per la tua saggezza che non è la mia
    Per la salute
    T’amo contro tutto quello che ci illude
    Per questo cuore immortale che io non posseggo
    Tu credi di essere il dubbio e non sei che ragione
    Tu sei il sole forte che mi inebria
    Quando sono sicuro di me.

    Molti di noi si portano dentro, da sempre, l'idea di un viaggio. Il mio è verso l'altro, l'altrove, l'oltre, fatto di letture, immagini, parole, musica, incontri, sorrisi; sogni e avventure della mente e del cuore.

  • BigRoberta (IT1)BigRoberta (IT1) IT1 Post: 5,151
    modificato 02.11.2018
    venerdì 2 novembre...
    La morte non è niente:

    Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu.
    Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora. Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste. Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme. Prega, sorridi, pensami! Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza. La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza. Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista? Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo. Rassicurati, va tutto bene. Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata. Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace.

    Henry Scott Holland

                  
                                                                                                 お金 が なくなる と 関係 が 終わる     
                                                         Okane ga nakunaru to kankei ga owaru ...(quando finiscono i soldi finiscono i legami)                                                                                                                     
  • FIONA25 (IT1)FIONA25 (IT1) IT1 Post: 10,643

    Se un giorno non mi vedessi più varcare la soglia della porta
    come sono solita fare,
    alza gli occhi al cielo turchese di un nuovo giorno
    e cercami fra le stelle che accendono la luce della volte celeste,
    fra le odoroso ginestre gialle che incorniciano le nostre colline.
    Cercami negli occhi di chi ami.
    Cercami nel silenzio del tuo Cuore.
    (Stephanie Sorrel )


    2 novembre

    ciao papà


  • kriss47 (IT1)kriss47 (IT1) IT1 Post: 5,766
    G. Catalano: Fai sogni belli

    fai sogni belli
    non brutti
    belli
    non aver paura di chiudere i tuoi occhi
    non farai più brutti sogni
    basta coi sogni cattivi
    adesso solo sogni buoni

    sogna del mare e dei gatti
    che non graffiano
    che fanno le fusa

    sogna di cioccolate
    e di stelle candite
    e della luna ventosa di notte

    sogna solo bei sogni
    sogna di volar via in alto
    e di scendere giù in picchiata urlando
    senza però sfracandarti al suolo

    sogna bellissime cose
    tutte cose bellissime, sogna
    non quelle brutte e schifose
    le cose schifose se ne stiano lontane lontane lontane

    state lontani brutti sogni
    io se vi avvicinate vi scaccerò via con parole
    e pugni sul naso
    non vi permetterò più di spaventarla

    fai sogni di musiche marine
    fai sogni di nuvole al sapore di meringa
    sogna tutti i cieli
    sogna di gnomi e boschi incantati
    di draghi e maghi barbuti

    fai sogni belli
    basta brutti sogni
    magari, una di queste notti
    ti vengo a trovare

    Molti di noi si portano dentro, da sempre, l'idea di un viaggio. Il mio è verso l'altro, l'altrove, l'oltre, fatto di letture, immagini, parole, musica, incontri, sorrisi; sogni e avventure della mente e del cuore.

  • mat.84 (IT1)mat.84 (IT1) IT1 Post: 1,242
    se il nostro
    fosse stato
    un amore minorenne
    allora si, 
    senza passato 
    tutto in divenire
    mano nella mano
    in mezzo agli alberi
    con il sole sopra
    in un mezzogiorno
    in un inizio vita,
    allora si che sarebbe stato
    travolgente,
    incosciente,
    seducente,
    ubriacante,
    e pieno di speranze.
    invece eccoci,
    con un futuro alle spalle,
    pochi alberi davanti,
    poca strada
    tutta in salita,
    sempre nascosta,
    piena di doveri,
    piena di parenti,
    tutta una parantesi la nostra passione,
    parentesi rubate
    alle nostre vite avviate.
    se fossimo stati su un piano
    inclinato,
    tutto in discesa,
    da un campo lungo
    saremmo stati in un attimo in un piano americano.
    ma la vita non è un film.
    è una commedia amara.
    una commedia senza trama
    solo errori a costruire il nostro passato
    e a rovinare il nostro futuro.

    Gavino Ichnusa
    poeta rinascimentale pre-nuragico.
  • kriss47 (IT1)kriss47 (IT1) IT1 Post: 5,766
    modificato 13.01.2022
    ​​​​  
    Dino Buzzati: Buon Natale

     E se invece venisse per davvero?
    Se la preghiera, la letterina, il desiderio
    espresso così più che altro per gioco
    venisse preso sul serio?
    Se il regno della fiaba e del mistero
    si avverasse? Se accanto al fuoco
    al mattino si trovassero i doni
    la bambola il revolver il treno
    il micio l’orsacchiotto il leone
    che nessuno di voi ha comperati?
    Se la vostra bella sicurezza
    nella scienza e nella dea ragione
    andasse a carte quarantotto?
    Con imperdonabile leggerezza
    forse troppo ci siamo fidati.
    E se sul serio venisse?
    Silenzio! O Gesù Bambino
    per favore cammina piano
    nell’attraversare il salotto.
    Guai se tu svegli i ragazzi
    che disastro sarebbe per noi
    così colti così intelligenti
    brevettati miscredenti
    noi che ci crediamo chissà cosa
    coi nostri atomi coi nostri razzi.
    Fa piano, Bambino, se puoi.
    Post edited by kriss47 (IT1) on

    Molti di noi si portano dentro, da sempre, l'idea di un viaggio. Il mio è verso l'altro, l'altrove, l'oltre, fatto di letture, immagini, parole, musica, incontri, sorrisi; sogni e avventure della mente e del cuore.

  • kriss47 (IT1)kriss47 (IT1) IT1 Post: 5,766

    Trilussa: Er Presepio

    Ve ringrazio de core, brava gente,
    pé ‘sti presepi che me preparate,
    ma che li fate a fa? Si poi v’odiate,
    si de st’amore non capite gnente…

    Pé st’amore sò nato e ce sò morto,
    da secoli lo spargo dalla croce,
    ma la parola mia pare ‘na voce
    sperduta ner deserto, senza ascolto.

    La gente fa er presepe e nun me sente;
    cerca sempre de fallo più sfarzoso,
    però cià er core freddo e indifferente
    e nun capisce che senza l’amore
    è cianfrusaja che nun cià valore.

    Molti di noi si portano dentro, da sempre, l'idea di un viaggio. Il mio è verso l'altro, l'altrove, l'oltre, fatto di letture, immagini, parole, musica, incontri, sorrisi; sogni e avventure della mente e del cuore.

  • Ti amo.
    Tre secondi per dirlo.
    Tre ore per spiegarlo.
    E una vita intera per provarlo.

    (Anonimo)

     <3 


                                                                        
  • kriss47 (IT1)kriss47 (IT1) IT1 Post: 5,766
    modificato 04.01.2019

    F. Pessoa: Chi sogna di più

    Chi sogna di più, mi dirai —
    Colui che vede il mondo convenuto
    O chi si perse in sogni?

     Che cosa è vero? Cosa sarà di più—
    La bugia che c’è nella realtà
    O la bugia che si trova nei sogni?

    Chi è più distante dalla verità —
    Chi vede la verità in ombra
    O chi vede il sogno illuminato?

    La persona che è un buon commensale, o questa?
    Quella che si sente un estraneo nella festa?

    Molti di noi si portano dentro, da sempre, l'idea di un viaggio. Il mio è verso l'altro, l'altrove, l'oltre, fatto di letture, immagini, parole, musica, incontri, sorrisi; sogni e avventure della mente e del cuore.

  • kriss47 (IT1)kriss47 (IT1) IT1 Post: 5,766
    Jorge Luis Borges

    Non sai bene se la vita è viaggio,
    se è sogno, se è attesa, se è un piano che si svolge giorno
    dopo giorno e non te ne accorgi
    se non guardando all’indietro. Non sai se ha senso.
    In certi momenti il senso non conta.
    Contano i legami.

    Molti di noi si portano dentro, da sempre, l'idea di un viaggio. Il mio è verso l'altro, l'altrove, l'oltre, fatto di letture, immagini, parole, musica, incontri, sorrisi; sogni e avventure della mente e del cuore.

  • Due amanti felici

    Due amanti felici fanno un solo pane,
    una sola goccia di luna nell’erba,
    lascian camminando due ombre che s’unisco,
    lasciano un solo sole vuoto in un letto.

    Di tutte le verità scelsero il giorno:
    non s’uccisero con fili, ma con un aroma
    e non spezzarono la pace né le parole.
    È la felicità una torre trasparente.

    L’aria, il vino vanno coi due amanti,
    gli regala la notte i suoi petali felici,
    hanno diritto a tutti i garofani.

    Due amanti felici non hanno fine né morte,
    nascono e muoiono più volte vivendo,
    hanno l’eternità della natura.

    Pablo Neruda


  • Dammi il supremo coraggio dell’Amore,
    questa è la mia preghiera,
    coraggio di parlare,
    di agire, di soffrire,
    di lasciare tutte le cose,
    o di essere lasciato solo.

    Temperami con incarichi rischiosi,
    onorami con il dolore,
    e aiutami ad alzarmi ogni volta che cadrò.
    Dammi la suprema certezza nell’amore,
    e dell’amore,
    questa è la mia preghiera,
    la certezza che appartiene alla vita nella morte,
    alla vittoria nella sconfitta,
    alla potenza nascosta nella più fragile bellezza,
    a quella dignità nel dolore,
    che accetta l’offesa,
    ma disdegna di ripagarla con l’offesa.
    Dammi la forza di amare
    sempre
    e ad ogni costo.

    Kahlil Gibran 



                                                                        
  • kriss47 (IT1)kriss47 (IT1) IT1 Post: 5,766

    Jorge Luis Borges: Il rimorso

    Ho commesso il peggiore dei peccati
    che un uomo possa commettere. Non sono stato
    felice. Che i ghiacciai dell'oblio
    possano travolgermi e disperdermi, senza pietà.

    I miei mi generarono per il gioco
    rischioso e stupendo della vita,
    per la terra, l'acqua, l'aria, il fuoco.
    Li frodai. Non fui felice. Realizzata

    non fu la giovane loro volontà. La mia mente
    si applicò alle simmetriche ostinatezze
    dell'arte che intreccia inezie.

    Ereditai valore. Non fui valoroso.
    Non mi abbandona, mi sta sempre a lato
    l'ombra d'essere stato un disgraziato.

    Molti di noi si portano dentro, da sempre, l'idea di un viaggio. Il mio è verso l'altro, l'altrove, l'oltre, fatto di letture, immagini, parole, musica, incontri, sorrisi; sogni e avventure della mente e del cuore.

  • damadeisogni (IT1)damadeisogni (IT1) IT1 Post: 146
    modificato 26.05.2019
    Quanto piu' chiudo gli occhi, allora meglio vedono, perche' per tutto il giorno guardano cose indegne di nota; ma quando dormo, essi nei sogni vedono te, e, oscuramente luminosi, sono luminosamente diretti nell'oscuro. Allora tu, la cui ombra le ombre illumina, quale spettacolo felice formerebbe la forma della tua ombra al chiaro giorno con la tua assai piu' chiara luce, quando ad occhi senza vista la tua ombra cosi' splende! Quanto, dico, benedetti sarebbero i miei occhi, guardando a te nel giorno vivente, quando nella morta notte la tua bella ombra imperfetta, attraverso il greve sonno, su ciechi occhi posa! Tutti i giorni sono notti a vedersi, finche' non vedo te, e le notti giorni luminosi, quando i sogni si mostrano a me. 

    William Shakespeare


    Post edited by damadeisogni (IT1) on

                                                                        
  • kriss47 (IT1)kriss47 (IT1) IT1 Post: 5,766
    Guido Catalano :  ti cucirei un vestito
     

    ti cucirei un vestito
    fossi capace
    ti cucirei un vestito di poesie
    mie
    in modo che
    quando cammini per la strada
    te lo portassi appiccicato al corpo
    come ti porti quella gonna e quelle calze
    colorate a strisce colorate sulle gambe

    ti cucirei un vestito
    fossi capace
    ti cucirei un vestito di poesie calde
    che ti scaldassero il tuo corpo
    quand’anche camminassi nella neve
    quella più alta
    più bianca
    quella che mai

    ..........................................

    Molti di noi si portano dentro, da sempre, l'idea di un viaggio. Il mio è verso l'altro, l'altrove, l'oltre, fatto di letture, immagini, parole, musica, incontri, sorrisi; sogni e avventure della mente e del cuore.

  • mat.84 (IT1)mat.84 (IT1) IT1 Post: 1,242
    un punto,
    li in fondo
    e un pensiero
    a rincorrere.
    e dal tuo punto di fuga
    partirono
    rette parallele.
    binari
    senza collegamento
    ad indicare
    la via
    e tu,
    sempre più un puntino
    sempre più lontana.
    prossima fermata
    non dichiarata.
    alla fine la vita
    è un viaggio verso il tutto
    ma senza una destinazione.

    tratto da Trenitalia una casa in movimento senza scosse telluriche
    Giovannino Breda e associati
  • BigRoberta (IT1)BigRoberta (IT1) IT1 Post: 5,151
    poesia in memoria di Lady Oscar..

    Insieme alle dame di corte e di palazzo, 
    con ventagli e vestiti, con grande sfarzo,
    c'è una fanciulla che sembra un ragazzo.
    Ha gli occhi di mare, i capelli di grano,
    e di un drappello di soldati è il capitano.

    Ma un giorno il suo cuore di donna si ribellò
    e di Fersen, bel conte si innamorò.
    Ma lui la conobbe sol come uomo ed
    infranse i suoi sogni d'argento e d'oro.
    Andrè, suo compagno che sempre l'ha amata,
    or si è fatto avanti e l'ha baciata.

    Ma ora egli è morto ed Oscar già piange
    per il suo dolce amore amore sì grande.
    E dopo l'attacco alla grande fortezza, ella ha
    seguito una dolce brezza, ha seguito col cuore,
    col corpo e l'amore colui che soffrì per lei
    molto dolore. 

    Ed ancora oggi tra gioielli, ricchezze, argento
    ed oro, cavalieri e dame si ricordan di loro.
    Si ricordan di Oscar e del suo grande amore,
    si ricordan di Oscar dama d'onore...

                  
                                                                                                 お金 が なくなる と 関係 が 終わる     
                                                         Okane ga nakunaru to kankei ga owaru ...(quando finiscono i soldi finiscono i legami)                                                                                                                     
  • BigRoberta (IT1)BigRoberta (IT1) IT1 Post: 5,151
    modificato 28.07.2019
    Il dio del vento
     
    Il dio del vento è loquace quando l'estate va finendo
    e le sue parole sono pungenti,
    gli alberi gli rispondono gentili.

    Il dio del vento fa arrivare le onde
    spinge le nuvole su bicicletta
    poi lancia una palla rossa alla cascata.

    Il dio del vento dà vita agli uccelli
    e alle farfalle,
    in montagna di notte schiude caverne di cristalli.

    Il dio del vento predilige i bambini
    tra i loro capelli slega nastrini
    e sprigiona in loro uno strano brivido.

    Il dio del vento affitta case sulle isole d'estate
    ti invita, insiste
    lascia stare tutto e vieni qui ti dice.

    Il dio del vento cuce ali sulle persone
    ma questo non basta a farti sollevare
    se la tua anima non è pronta

    a volare...

    (Mehmet Yashin)

                  
                                                                                                 お金 が なくなる と 関係 が 終わる     
                                                         Okane ga nakunaru to kankei ga owaru ...(quando finiscono i soldi finiscono i legami)                                                                                                                     
  • kriss47 (IT1)kriss47 (IT1) IT1 Post: 5,766

    3) Pedro Salinas, XXXV

    I cieli sono uguali
    Azzurri, grigi, neri,
    si ripetono sopra
    l’arancio o la pietra:
    guardarli ci avvicina.
    Annullano le stelle,
    tanto sono lontane
    le distanze del mondo.
    Se noi vogliamo unirci,
    non guardare mai avanti:
    tutto pieno di abissi,
    di date e di leghe.
    Abbandonati e galleggia
    sopra il mare o sull’erba,
    immobile, il viso al cielo.
    Ti sentirai calare
    lenta, verso l’alto,
    nella vita dell’aria.
    E ci incontreremo
    oltre le differenze
    invincibili, sabbie,
    rocce, anni, ormai soli,
    nuotatori celesti,
    naufraghi dei cieli.

    Molti di noi si portano dentro, da sempre, l'idea di un viaggio. Il mio è verso l'altro, l'altrove, l'oltre, fatto di letture, immagini, parole, musica, incontri, sorrisi; sogni e avventure della mente e del cuore.

  • BigRoberta (IT1)BigRoberta (IT1) IT1 Post: 5,151

    Padroni del nostro destino

    Ci sono momenti in cui la fantasia gira a mille,
    momenti in cui non devi e non vuoi aggrapparti alla realtà,
    momenti in cui stacchi la spina dal Mondo reale
    rimanendo senza una connessione,
    un punto di riferimento,
    una costante....
    È così, che impari a volare.
    A volte creare un Mondo tutto nostro, non è niente male,
    siamo al riparo, al sicuro,
    intoccabili, impenetrabili,
    e tutta la merda,
    tutto il male, che piano, piano uccide le nostre speranze,
    "qui", non entra.
    Questo "rifugio" non ha un nome,
    alcuni lo vedono come il "Paese delle Meraviglie",
    altri come il "Paese dei Balocchi",
    altri ancora come il "Mondo di Amélie",
    a me piace definirlo "universo parallelo".
    Ma non conta come lo vedi,
    e nemmeno come lo chiami...
    Stiamo sognando,
    stiamo volando,
    "qua", siamo padroni del nostro destino.
    È questa, l'unica cosa che conta.
    Giuseppe Reali
     
                  
                                                                                                 お金 が なくなる と 関係 が 終わる     
                                                         Okane ga nakunaru to kankei ga owaru ...(quando finiscono i soldi finiscono i legami)                                                                                                                     
  • Noi due imparammo insieme
    E non capire mai cos'è
    Se c'è stato per davvero
    Quell'attimo di eterno che non c'è
    Mille giorni di te e di me
    Ti presento
    Un vecchio amico mio
    Il ricordo di me
    Per sempre e per tutto quanto il tempo in questo addio
    Io mi innamorerò di te

    Mille giorni di te e di me (Claudio Baglioni)



  • Visualizza immagine di origine
      
Sign In to comment.